Don Guido Beltrame

DON GUIDO BELTRAME, PRETE, STUDIOSO, APPASSIONATO
Guido Beltrame  (1918 - 2002) è stato uno storico e storico dell'arte italiano.
Nato a Maserà di Padova, figlio di Amerigo Antonio, fabbro, e di Valentina Marabello, maestra, la famiglia si trasferì il 20 gennaio 1923 a Cartura.
Già nel corso degli studi in Seminario aveva dimostrato una grande predisposizione allo studio del latino, del greco, della storia e della storia dell'arte.
Una volta divenuto sacerdote, parallelamente all'attività pastorale sviluppò in maniera notevole questi suoi talenti, in particolare dedicandosi alla storia del territorio padovano, all'arte sacra, all'archeologia, alle biografie dei santi.
Nel periodo 1942-1945 si impegnò anche notevolmente ad aiutare i perseguitati politici (favorì la fuga dal carcere e fece riparare in un luogo sicuro, presso il convento delle Suore Salesiane presso la Chiesa di Santa Croce in Padova, Concetto Marchesi, rettore dell'Università e membro di rilievo della Resistenza).
Dal 1942 al 1957 diresse anche varie organismi ed organizzazioni dell'associzionismo cattolico. Guido Beltrame ricevette nel 2001 la cittadinanza onoraria di Battaglia Terme per i suoi studi storici su quel comprensorio.
Promosse la costituzione del Museo di San Tomaso presso la stessa Chiesa di San Tomaso Becket, che dal 1979 è stato dichiarato "Pinacoteca Nazionale".
Proprio per “i numerosissimi contributi di carattere storico e artistico di cui è sempre stato un appassionato cultore e divulgatore, nel 1998 a don Beltrame è stato consegnato il Sigillo della Città di Padova, ha sempre unito l’impegno pastorale, svolto con fedeltà e dedizione per più di sessanta anni, all’amore per la cultura, per l’arte, per la storia.
Noi Maseratesi lo ricordiamo come concittadino illustre e appassionato cultore della nostra storia, del paese che lo ha visto nascere, specialmente per quanto riguarda il dipanarsi delle vicende delle due parrocchie, quella di Masera’ e quella di Bertipaglia. A Don Guido si devono innumerevoli saggi, ricerche, persino guide di tantissime località e monumenti del padovano e non solo, ma soprattutto i finora unici studi storici sul nostro comune, raccolti poi in quel “Maserà di Padova con Bertipaglia e Ca’ Mura’” che ogni Maseratese dovrebbe avere in casa.

                                                                               

Don Guido Beltrame, nella copertina del libro a lui dedicato,Cleup 2012                                                                                      
(Alcune notizie sono tratte da Wikipedia)